mercoledì 4 luglio 2012

Prandelli for president!

http://calcio.net1news.org/
Colmo dei colmi, scrivendo questo post prima della partita della nazionale con la Spagna, avevo il timore che sembrasse come un salire sul carro dei vincitori. Invece l'amara realtà scaturita dalla secca sconfitta per 4 a 0, fa si che io possa esprimere senza remora alcuna la mia soddisfazione per il risultato comunque ottimo ottenuto della nazionale italiana agli Europei. Molti affermano che il 4 a 0 subito, rischia di oscurare quanto fatto in precedenza, ma lascio costoro alla misera logica del risultato fine a se stesso che ormai nell'era del calcio "business"ha assunto le forme di icona di un neo capitalismo applicato al calcio. In realtà questa bellissima avventura degli azzurri ha lanciato dei segnali importanti che vanno oltre il fenomeno sportivo. Segnali di stile, quali quelli evidenziati dalle parole e dai comportamenti del C.T. Prandelli, mai banale e sempre pronto a riportare l'evento calcistico alla sua giusta dimensione sportiva. Molto attento nell'uso delle parole, ad un giornalista che gli chiedeva se era preoccupato per i problemi calcistici e non della sua squadra, rispondeva "Non esageriamo con le parole, i problemi veri li hanno quelli che hanno perso il lavoro, quelli che hanno perso la casa per il terremoto...".
Segnali di compattezza, generosità quelli dimostrati da tutti i calciatori. durante le gare, uniti ad allegria, entusiasmo.
Ed infine la cosa più importante,  segnali di un inaspettato cambiamento.
Un cambiamento del modo di approcciare la gara, quel famoso pensare positivo applicato al calcio, tutto prandelliano, ma soprattutto rinnovamento del tipo di gioco che assume un'importanza extra calcistica, essendo frutto di un cambio di mentalità che va ben al di là  dell'apprendimento delle formule e delle tecniche. di gioco. Ciò va ascritto a merito degli atleti, ma anche a chi ha avuto il coraggio di abbattere tanti veccchi clichè, andando sicuramente contro corrente propugnando l'importanza del gioco, prima del risultato.
Prandelli è "solo" un professionista onesto e coscienzioso, con quella invidiabile dote di mettere sempre al primo posto le persone. Ce ne sono tanti così nel nostro paese, l'auspicio è che presto giungano a ricoprire incarichi dirigenziali e di governo.

http://www.gossipetv.com/

6 commenti:

  1. Risposte
    1. concordo in pieno, Adriana, un caro saluto

      Elimina
  2. Ciao Wiska! Concordo pienamente con te...anche a me piace moltissimo Prandelli: educato, elegante e soprattutto UMILE. Virtù di pochi oggiggiorno.

    Come promesso il post per il premio che mi avevi gentimente donato =)qui

    buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. Grazie Lena, per il tuo commento e per il post pubblicato, un abbraccio e a presto.

    RispondiElimina
  4. come dicevo in uno dei miei post,gli europei non sono entrati in casa mia,di conseguenza nè Prandelli nè nessun altro giocatore...qualsiasi cosa abbia detto o pensato costui,per me sarebbe stato il massimo se non ci fossero stati vincitori...ma purtroppo qualcuno doveva vincere e di sicuro non è stata la vita degli animali uccisi per questo STUPIDO gioco.
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue parole sono come una dura sferzata e fanno male. A suo tempo anch'io mi ero unito nel divulgare e condannare i misfatti del governo ucraino, ciò non mi ha impedito tuttavia di seguire l'evento sportivo che, come evidenziavo, ha avuto secondo me risvolti positivi.
      Io credo che la "stupidità" non sia tanto in questo o in quel gioco, quanto nell'animo umano.
      Grazie Lu, buona giornata anche a te

      Elimina

Chiunque può lasciare dei commenti che saranno molto graditi. Se non siete dei blogger, selezionate commenta come "Anonimo" e poi mettete il vostro nome al termine del commento, grazie.