giovedì 27 ottobre 2011

Una poesia per un concorso sul tema del Volontariato.

muoversinsieme.it


FUGGIASCHI DI MARZO


Le barche attraversavano le onde
lentamente
sfidavano la brezza di marzo
e si accostavano a riva
scogliere scoscese si ergevano
affatto levigate dal vento
si opponevano alle loro speranze.

Uscii dal mio nascondiglio
fatto di rovi pungenti
da tempo già rinsecchiti
camminai a piedi nudi
incurante della sabbia bagnata
facendo cadere pian piano
le mie multiformi armature
così finalmente li vidi
pallidi, impauriti, ritrosi
fuggiaschi, come i ricordi
di un tempo non tanto lontano.

Varcai l’ultima duna
formata dagli anni d’ipocrita attesa
e sentii le loro ansie gridare
i loro sospetti echeggiare.
allora tesi la mano
e d’improvviso la loro bocca s’aprì
ad un semplice grande sorriso.

by  wiska



Volontariato: uno stile di vita silenzioso e concreto che in questi 150 anni ha contribuito a "fare l'Italia".

16° CONCORSO
di prosa e poesia
Don Carlo Prandi

 a cura dell'associazione "Centallo Viva" - Centallo (CN)

16 commenti:

  1. E' l'Anima nostra che abbisogna di donare...solo lasciando cadere le nostre corazze riusciremmo a donarci e nel contempo ricevere.
    Bellissima Wiska...grazie per averla condivisa qui...un abbraccio ed una Stella per una serena notte..
    dandelìon

    RispondiElimina
  2. una sola parola: meravigliosa! complimenti Wiska

    RispondiElimina
  3. @Dandelion67: è vero, le nostre corazze pesano davvero tanto, specie quando cerchiamo di togliercele di dosso. Grazie tante per le tue parole, un abbraccio, a presto.

    RispondiElimina
  4. @Simo: sei sempre gentilissima, grazie di cuore Simo, un caro saluto

    RispondiElimina
  5. Ciao Wiska..la tua poesia/racconto mi ha emozionata..avevo fatto una cosa simile per un mio amico disabile..avrei voluto mettermi nei suoi panni per capire che loro sono in balia di noi sani...e non ci sono riuscita.
    Ti scrivo per dirti che probabilmente lascerò ogni traccia qui nel blog..non mi sento più in grado di trasmettere emozioni come voi che siete bravissimi. Vi seguirò naturalmente ma penso che non posterò più nulla, non ha senso una presenza così.
    Grazie per tutto..un abbraccio da Costy

    RispondiElimina
  6. Complimentissimi!!

    RispondiElimina
  7. @Emily: tanti ringraziamenti, a presto

    RispondiElimina
  8. @Costy:sono felice che la poesia ti abbia trasmesso delle emozioni che confesso di provare anch'io, proprio perchè come tu giustamente scrivi, possiamo ritrovarne il senso nel quotidiano di tante persone.
    Sono invece addolorato nel leggere quello che scrivi a proposito del tuo blog. Vorrei scrivere tante cose e magari lo farò in sede diversa da questo commento, ma ti dico solo che l'importante è scrivere di ciò che siamo, cioè essere autentici in qualsiasi argomento che trattiamo, già questo, io credo, è il veicolo ideale perchè gli altri possano emozionarsi nel leggerci.
    Non abbatterti, capita a tutti, di sentirsi un po' aridi ogni tanto.
    Con tanto affetto e stima
    wiska

    RispondiElimina
  9. @Carolina Venturini: ricevere i complimenti da te è un privilegio per me. Grazie di cuore, a presto

    RispondiElimina
  10. Complimenti per la poesia e la mia stima verso i tanti volontari nel mondo.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  11. @Cavaliere oscuro del web: grazie di cuore, un caro saluto.

    RispondiElimina
  12. Ciao Wiska,molto bravo,complimenti.Buona giornata

    RispondiElimina
  13. @Erborista1: grazie tante, buona domenica, a presto

    RispondiElimina
  14. Sono sempre stata convinta che senza l'opera dei volontari, questa italietta non andrebbe avanti, baciobacio
    P.S posso dirti che la poesia è stupenda?

    RispondiElimina
  15. @Farfallalegger@: sono d'accordo, il Volontariato spesso compensa le carenze dello stato, anzi in alcuni ambiti lo sostituisce quasi completamente. Sono felice che ti piaccia la mia poesia, un abbraccio, a presto.

    RispondiElimina

Chiunque può lasciare dei commenti che saranno molto graditi. Se non siete dei blogger, selezionate commenta come "Anonimo" e poi mettete il vostro nome al termine del commento, grazie.