lunedì 15 ottobre 2012

Il ponte del Diavolo

 
Una bella gita in Garfagnana mi ha fatto scoprire una piccola meraviglia architettonica. Si tratta del Ponte della Maddalena, comunemente chiamato Ponte del Diavolo,  che unisce le due sponde del fiume Sirchio all'altezza di Borgo a Mozzano, in provincia di Lucca. E' un'opera di origine medievale, la sua costruzione viene infatti fatta risalire addirittura all'XI° secolo, laddove forse esistevano i resti di un ponte in legno di epoca romana.  L'appellativo "del Diavolo" trae origine da una leggenda dell'epoca dove, come in altri casi simili, il capomastro responsabile della costruzione, pur di completare l'ardita opera, strinse un patto col demonio.
Tuttavia, leggenda a parte, la vista del ponte colpisce il viaggiatore che si trovi a percorrere una delle due sponde del fiume, per il suo caratteristico aspetto a 'schiena d'asino', tipico dell'epoca medievale e  notevolmente diverso dall'idea di ponte che l'ingegneria contemporanea ci ha abituato ad avere.

 
Il ponte poggia su 4 arcate, più una costruita in epoca recente per permettere il passaggio della ferrovia, ma la caratteristica che lo rende unico nel suo genere è che le arcate non sono simmetriche, quasi come se l'architetto dell'epoca, man mano che i lavori andavano avanti, tendesse a raggiungere quanto più velocemente possibile l'altra sponda. Ecco allora l'arcata centrale, sproporzionata rispetto alle altre e con un'ampiezza tale da rappresentare una sfida alla legge di gravità.


Insomma un ponte "strambo" questo Ponte del Diavolo, ma talmente solido da resistere nel corso dei secoli alle potenti piene del Sirchio e che si erge maestoso in Val di Turrite, nella bassa Garfagnana.

 

10 commenti:

  1. Conosco il ponte, poiché ho fatto molte volte il passo dell'Abetone. Le sue caratteristiche sono comuni anche in altri ponti presenti soprattutto al Nord.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo Cavaliere, grazie e buona giornata.

      Elimina
  2. molto carino questo ponte,mi piacerrebbe proprio vederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non ti resta che andare a Lucca e prendere la strada per la Garfagnana;). Grazie Lu, a presto

      Elimina
  3. Risposte
    1. Si si, a me ha colpito particolarmente. Grazie, un caro saluto

      Elimina
  4. Ho visto varie volte questo bellissimo ponte sul Serchio e trovo la sua storia ricca di fascino e di mistero.

    Un caro saluto
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ha affascinato a prima vista!!!
      Grazie Cri, a presto.

      Elimina
  5. Anche io l'ho visto varie volte. Ogni volta ci si ferma sempre volentieri: incanta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si , anch'io ci tornerò sicuramente.
      Grazie Sandra, a presto

      Elimina

Chiunque può lasciare dei commenti che saranno molto graditi. Se non siete dei blogger, selezionate commenta come "Anonimo" e poi mettete il vostro nome al termine del commento, grazie.